La nostra storia

L’Associazione A.I.Mu.Se. – Associazione Italiana Mutismo Selettivo. Quando il silenzio non è d’oro… – si è costituita nel 2009, il 24 giugno, a Torino, alla presenza dei soci fondatori: Tecla Arioti di Aprilia (Roma), Giacomo Matteini di Firenze, Bruna Panarodi Torino, Sabrina Perardi di Torino, Loredana Pilati di Torino, Roberta Tammaro di Roma, Federica Trivelli di Torino, Vicki Sue Troyer di Bari, che si sono conosciuti sul blog “mutismoslettivoblog.net”, avviato da Loredana Pilati nell’ottobre del 2008.

La prima riunione dei soci AIMuSe si è svolta a Torino, nell’ottobre del 2009.

Una foto di alcuni partecipanti:

Bruna, Sabrina, Vicki, Massimo, Silvia, Sonia e Loredana

 

Il Mutismo Selettivo è un disturbo che si è inclini a confondere e a scambiare per timidezza o riservatezza… si immagina che l’atteggiamento che assume il nostro bambino sia dovuto a un carattere chiuso e introverso, che gli impedisce di socializzare con i coetanei o col prossimo.

Spesso si tende a dimenticare che il Mutismo Selettivo, anche se non lo si può inserire tra le patologie gravi, nega al bambino quella parte di serenità e quella spensieratezza che dovrebbero caratterizzare la sua prima fase di vita, quando la scoperta del mondo e delle cose suscita in lui stupore e meraviglia, stimolandolo anche attraverso le relazioni con le persone.

Per questo è nata AIMUSE, per restituire a questi bambini quella serenità negata, e perché questo avvenga quanto prima: vorremmo che nessun bambino dovesse arrivare alla pubertà vestito ancora di questo silenzio. Mentre oggi, purtroppo, ce ne sono ancora tanti.

L’asse di intervento definita dall’Associazione comprende:

  • diffondere un’informazione adeguata sul Mutismo Selettivo, nei nidi, nelle scuole, negli studi pediatrici, e nei vari contesti frequentati dai bambini;
  • costruire una rete di auto-aiuto tra le famiglie coinvolte, garantendo uno scambio di informazioni e mutuando le conoscenze acquisite che costituiscono buone pratiche;
  • organizzare giornate di formazione e informazione per genitori, insegnanti e specialisti, al fine di trasmettere o approfondire il sapere sul MS, presentando le corrette metodologie di intervento;
  • assicurare la diffusione di dépliant informativi (e di materiale documentario e bibliografico), realizzati ad uso di genitori, insegnanti, psicologi della scuola, medici pediatri.

 

In ultimo, ci teniamo a precisare che il nostro Mutismo Selettivo contempla bambini ipersensibili, estremamente fragili e ricettivi, limitati nella parola da un esasperato stato d’ansia.

Spesso, invece, si tende a confondere questa condizione come un sintomo di situazioni a rischio, di abusi e di traumi, di realtà difficili con famiglie disagiate. Ciò è dovuto, purtroppo, al panorama editoriale della letteratura di divulgazione, che ha finora diffuso quasi esclusivamente questa esclusiva lettura del Mutismo Selettivo.

Attraverso la diffusione delle informazioni corrette legate a questo disturbo, sarà possibile fare chiarezza e fornirne un’interpretazione diversa.

 

Cos’è A.I.Mu.Se.
Iscrizioni e Contatti
Donazioni