CALABRIA: Splendido sia a Terranova di Sibari (CS) che a Mammola (RC)

Due seminari a breve distanza temporale l’uno dall’altro, ma non tanto vicini come luoghi.  Il primo, a Terranova di Sibari, in provincia di Cosenza, il 17 novembre, e il secondo a Mammola, in provincia di Reggio Calabria, il 2 Dicembre.

Le differenze non sono state solo in chilometri, ma climatiche: il 17 novembre, in quella zona del cosentino c’era l’allerta meteo, tutte le scuole chiuse e le persone preoccupatissime per ciò che spesso succede quando la pioggia cade arrabbiata. Eppure… Tutto esaurito nel bel Palazzo Rende che ci ha ospitati, con tanti in piedi e il tavolo dei relatori pieno ed attento. Anche il Sindaco e due assessori hanno testimoniato il loro impegno e la cooperazione con l’ITC che ha voluto questo evento, segno chiaro che se si vuole, si può. Così abbiamo toccato le menti ed i cuori dei quasi 100 presenti tra docenti e genitori. Interessanti le domande e intelligenti i contribuiti di chi ha preso la parola dal pubblico, alcuni animati dal fuoco di chi ha in classe bambini con MS e vuole sul serio fare qualcosa di buono.

 

 

 

Il 2 dicembre, in quella zona del reggino il tempo era splendido, primaverile potremmo dire, degno castone per il mare di quelle zone e per il cielo azzurro abbagliante che ha resistito tutto giorno. Le differenze con il seminario precedente sono finite qui, perché anche in questo caso abbiamo avuto il tutto esaurito, nonostante fosse sabato mattina. Per tre ore abbondanti tutti i presenti sono rimasti attentissimi e coinvolti nel tema che tanto ci sta a cuore. Stavolta il focus è stato sui e per i ragazzi della scuola che una volta chiamavamo media. Ospite speciale, inatteso, ma meraviglioso, Kevin, un bambino seduto in prima fila, che ha seguito tutto il seminario con diligente attenzione, intervenendo a proposito e ricordando, con la sua semplice e luminosa intelligenza, perché ciò che tutti noi facciamo, è veramente importante. Bellissima esperienza che ci ha rimandati a casa più ricchi di quando siamo arrivati.

 

   

 

 

 

Calabria: un ottimo inizio lavori 2017

Come da programma il primo seminario calabrese del 2017 è stato a Rende, in provincia di Cosenza nella bella sede del Mondo di Lolli.

Le squisite ospiti ci hanno fatto trovare la stanza colorata ed allestita, pronta per accogliere i numerosi partecipanti, ben più di quanti ne aspettavamo, segno chiaro di quanto l’azione Aimuse nella regione stia andando bene.

Insegnanti non solo della scuola, ma di altri istituti, anche di zone più distanti da quello in cui è stato tenuto il seminario, hanno dato prova di sensibilità ed attenzione, al pari dei genitori intervenuti, alcuni dei quali già introdotti nel mondo del mutismo selettivo e a conoscenza di cosa Aimuse può fare per loro.

E’ stato un pomeriggio introdotto dalla Dottoressa Daniela Castrovillari, Responsabile della Scuola, a cui è seguita la relazione della Dr.ssa Paola Ancarani e l’intervento, sul tema della musicoterapia e della possibilità di usarla nel trattamento del mutismo selettivo, ad opera della Dr.ssa Sonia Falcone.

Dopo il confronto con i presenti, che hanno arricchito l’evento con le loro domande e le loro esperienze, ci sono stati i consueti saluti calorosi.

Bei momenti e un buon lavoro fatto, ancora una volta, per merito della cooperazione di tutti.

CALABRIA: Guardavalle (CZ) – Ecco come è andata

2016-11-22-photo-00000113loncadina-seminario-docenti-17-novembre

Bellissima l’accoglienza nell’IC Aldo Moro di Guardavalle, ultimo comune del catanzarese prima di entrare in provincia di Reggio Calabria.

Squisita la gentilezza del Dirigente, Prof. Valerio Mazza, che si è premurato di introdurre il seminario con una intelligente riflessione sul linguaggio come convenzione e sulla necessità di comunicare tra gli esseri sociali.

A seguire l’esposizione della Dr.ssa Ancarani, che ha adattato il tema trattato alle diverse domande e all’esigenza di approfondimento mostrata dall’uditorio.

I presenti, numerosi, erano tutti docenti, rappresentativi non solo dell’Istituto e della zona, ma anche di altri comuni ben più lontani, un segnale d’interesse e sensibilità che riscalda gli animi e accende la speranza per molti bambini.

Tra i partecipanti anche alcuni docenti che hanno già messo in pratica, con successo, le indicazioni di Aimuse, un dato importantissimo che rinforza ulteriormente la voglia di fare di più.

Prossimo appuntamento il 1 Dicembre a Vibo Valentia.