CAMPORA-CALABRIA: Come è andata

Bellissimo pomeriggio a Campora S. Giovanni, in provincia di Cosenza, presso l’Istituto Comprensivo che ha ospitato il nostro Seminario.

Circa 100 le presenze, tutti docenti e qualche genitore, interessatissimi e partecipi.

Dopo l’introduzione della Dirigente, la Professoressa Policicchio, il seminario si è svolto come di consueto, con la relazione della Dr.ssa Ancarani e poi il contributo della Dr.ssa Falcone.

La cosa bella è che ogni volta, nonostante ormai in Calabria siano stati moltissimi gli eventi realizzati, è per noi sempre molto emozionante ed arricchente farne uno nuovo. Anche stavolta è andata così.

Questo è stato il penultimo incontro prima della pausa estiva, il prossimo sarà il 10 giugno e poi a Settembre, come recita una nota canzone: ricominciamo!

CALABRIA: oltre 300 persone al convegno di CROTONE

Quale miglior riscontro per l’evento di Crotone che riportare l’articolo della Prof.ssa Eugenia Garritani su www.crotoneinforma.it? Eccolo qui di seguito.

 

Associazione AIMUSE: convegno sul Mutismo selettivo nell’auditorium dell’Alcmeone

La scuola si confronta con tutte le realtà culturali, professionali, assistenziali, genitoriali, per affrontare le problematiche dei bisogni educativi speciali in sinergia.

Sabato 25 Febbraio 2017 – 17:0

Tanti docenti hanno partecipato, nel pomeriggio del 24 febbraio, al Convegno “ Mutismo selettivo “, organizzato dall’Associazione AIMUSE, presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo “ Alcmeone” , a dimostrazione che il mondo della scuola vuole confrontarsi con tutte le realtà culturali, professionali, assistenziali, genitoriali, per affrontare le problematiche dei bisogni educativi speciali in sinergia e con spirito collaborativo. Ha svolto il ruolo di moderatrice con misura e professionalità la Prof.ssa Lucia Claps, che ha introdotto i lavori .

Uno sguardo attento al mondo della scuola, alle nuove e pressanti richieste delle famiglie e della società, quello della Prof.ssa Antonella Cosentino, vice sindaco della città di Crotone che, con la sua presenza e le sue parole, ha testimoniato alla platea l’impegno dell’Amministrazione comunale per i bambini. La Dirigente della scuola ospitante, Antonella Romeo, ha elogiato l’Associazione per l’organizzazione del Convegno che ha suscitato un enorme interesse, dimostrato dal grande numero di partecipanti , oltre 300 docenti da tutta la provincia.

Sono state tante le parole chiave sottolineate dai relatori che  hanno affrontato la problematica del mutismo selettivo da vari punti di vista. Le parole chiave su cui si è soffermata la Prof.ssa Eugenia Garritani, che ha trattato l’argomento dal punto di vista pedagogico, partendo dalla frase descrittiva del bambino mutacico “Non parlo, ma chiedo aiuto”, sono state: apprendimenti significativi, valorizzazione delle esperienze degli alunni, didattica potenziata e inclusiva per rispondere ai loro  bisogni educativi , flessibilità degli spazi, esplorazione e ricerca, didattica laboratoriale, considerazione della dimensione affettivo-sociale-cognitiva degli alunni. Un richiamo forte alle Indicazioni nazionali, che sostituiscono i Programmi ministeriali, con particolare riguardo al paragrafo L’ambiente di apprendimento, per invitare i docenti ad archiviare l’idea di programma e di competizione e di sostituirla con una progettazione collegiale, calibrata sui bisogni dei bambini,  e una valutazione delle competenze in situazioni nuove e non scolastiche.

La Dott.ssa Paola Ancarani, rappresentante dell’AIMUSE in Calabria, ha  centrato il suo intervento sul carico d’ansia che pesa sul bambino con mutismo selettivo, facendo rivivere alla platea, tramite un breve filmato, la doppia dimensione dello stesso e il dolore, la solitudine, la chiusura in sé stesso, l’esclusione sociale , che il bambino vive  a scuola e in contesti non familiari, per riconoscerlo nelle espressioni, negli atteggiamenti, nelle posture che il bambino assume. L’importanza e l’aiuto dei linguaggi non verbali, in particolare della musica sono stati evidenziati dalla Dott.ssa Sonia Falcone,  musicoterapista. Il Dott.  Salvatore Bagalà, neuropsichiatra infantile, ha posto l’accento sull’importanza della sinergia e della collaborazione fra tutti i soggetti che si occupano dei bambini con bisogni educativi speciali perché solo con un sostegno e aiuto diffuso si possono superare difficoltà, disagi e ostacoli, ringraziando il referente locale, il Signor Roberto Facente, per  il generoso intervento organizzativo, e  sottolineando, altresì, la centralità e la preziosità del ruolo dei docenti. Se l’attenzione con cui è stato seguito il Convegno diventa pratica e prassi educativa c’è speranza che la scuola diventi veramente “Buona Scuola”.

(articolo su: http://www.crotoneinforma.it/notizia10585/Associazione-AIMUSE-convegno-sul-Mutismo-selettivo-nell-auditorium-dell-Alcmeone.html#.WLQIo-QzXDc)

ROMA – AFFRONTARE IL MUTISMO SELETTIVO IN CLASSE. SEMINARIO FORMATIVO PER INSEGNANTI

Marteseminario-roma-18-ottobre-2016dì 18 ottobre 2016, in occaimg-20161019-wa0008sione del mese per la sensibilizzazione sul MS, AIMuSe è tornata a tenere un seminario informativo e formativo per insegnanti presso la sede della Direzione Socio educativa del servizio psicopedagogico del Municipio Roma VII, in via dei Lincei. Come per il seminario tenutosi nella stessa sede lo scorso aprile, grande è stata l’affluenza di insegnanti ed educatrici delle scuole d’infanzia e primarie del territorio e di altri municipi.

L’evento è stato possibile grazie all’interesse e alla disponibilità delle dottoresse Maria Luisa Vallania e Anna Cavallotti,

20161018_172959che hanno promoimg-20161019-wa0007sso questo secondo incontro di formazione per insegnanti.  Dopo una introduzione della dottoressa Vallania e un brevissimo intervento della referente AIMuSe per il Lazio, Francesca Conforti, la relatrice  Simona Ius, psicologa e psicoterapeuta, ha approfondito l’argomento mutismo selettivo con particolare riferimento alle problematiche da affrontare in classe. Circa sessanta le insegnanti e  le educatrici presenti, oltre a qualche genitore e specialista, che hanno partecipato attivamente, ponendo domande e rendendo vivo il dibattito.

 

BISIGNANO (CALABRIA) ecco come è andata

loncadina-seminario-docenti-4-novembrebisignano2

È stata la prima volta in un Istituto Superiore Calabrese con protagonista il tema del Mutismo Selettivo. Gremita la capiente sala, accorti i partecipanti, precisi i padroni di casa.

Dopo i saluti del Dirigente, Prof. Florio, hanno parlato le due Referenti per i BES e i DSA, professoresse Spadafora e Cersosimo, quindi ha preso il via il seminario vero e proprio, con approfondimento audio-video e il supporto delle slide, attraverso le quali è stato possibile per la Dr.ssa Ancarani inquadrare e specificare ciò che concerne questa condizione, rispetto ad una età complessa e ricca qual è l’adolescenza.

A seguire la Dr.ssa Falcone, anche nel suo intervento il tema della musicoterapia è stato tarato sul tipo di target a cui si rivolgono gli insegnanti di scuola secondaria superiore, con il risultato di offrire ai presenti un’ulteriore prospettiva di lettura ed intervento nelle proprie aule.

Importantissima è stata dunque questa tappa, una delle tante in Calabria, ma capofila per un nuovo iter formativo ed informativo diretto ai docenti che ogni giorno hanno davanti a loro ragazzi che non sono più bambini, ma neppure sono degli adulti, per i quali il silenzio è divenuta una difesa consolidata e che per questo, in questo momento di vita, hanno bisogno di un aiuto ancora più convinto, delicato e consapevole.

Grazie a tutti coloro i quali hanno reso possibile questo splendido risultato.

Il prossimo appuntamento previsto sarà nella provincia di Catanzaro, a Guardavalle.

 

Il caloroso abbraccio del reggino: un bellissimo seminario

 

IMG-20160624-WA0010IMG-20160624-WA0022

IMG-20160624-WA0032IMG-20160624-WA0021

  • COSA : SCUOLA FAMIGLIA E MUTISMO SELETTIVO seminario formativo-informativo per DOCENTI
  • QUANDO: 24 giugno 2016
  • DOVE: Cinquefrondi – Provincia di Reggio Calabria (ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRANCESCO DELLA SCALA)
  • COME si è svolto:

Nonostante il caldo, il temporale estivo e la data, abbondantemente oltre la fine delle lezioni, erano ben 70 i docenti presenti all’evento, tutti attentissimi, partecipi e disponibili a restare ben oltre i tempi preventivati.

Quanto è bello quando le cose vanno così?

Quanto rincuora, rinforza, convince e motiva una simile risposta?

TANTO, perché ripaga della fatica, dell’impegno e della frustrazione che a volte fa capolino.

Grazie all’intelligente passione della Professoressa Simona Marra, docente che si è fatta carico di proporre il seminario in questo comune del reggino, e all’attenzione del corpo dirigente dell’Istituto, oggi è stata una mattina stimolate, utile e davvero proficua, conclusa con una inaspettata coccola saporita: un enorme vassoio di dolci che ci ha sorprese dandoci l’arrivederci.

Come ormai consolidato, lo svolgimento è quello noto: dopo l’introduzione della Vicaria della dirigente dell’ITC, il seminario ha avuto il suo avvio ad opera della Dr.ssa Paola Ancarani e si è concluso con il prezioso intervento della musicoterapista Dr.ssa Sonia Falcone.

Il caloroso abbraccio del reggino ha reso questa mattinata degna di nota!

Il prossimo evento, l’ultimo per questa prima parte del 2016, sarà in provincia di Cosenza, ad Acri, il 27 giugno.

Speriamo di completare in bellezza.

LONCADINA seminario docenti 24 giugno 2016