NUOVO CORSO DI FORMAZIONE PER SPECIALISTI A TORINO

A seguito delle numerose manifestazioni di interesse suscitate dal primo corso di formazione per specialisti organizzato a Roma da A.I.Mu.Se. siamo lieti di informare che si terrà a Torino un nuovo evento formativo dedicato specificatamente ai professionisti del settore.

Il Corso ” MUTISMO SELETTIVO -Quell’ansia che blocca la parola” è organizzato da S.T.P.C. Studio Torinese di Psicologia Cognitiva; direttore scientifico e docente del corso la Dottoressa Emanuela Iacchia, membro del Comitato Scientifico A.I.Mu.Se.

Invitiamo a partecipare tutti gli specialisti che desiderano approfondire e consolidare le conoscenze sul Mutismo Selettivo.

L’estate, per A.I.Mu.Se. è “vacanzina”!

L’appuntamento tanto atteso, anche per quest’anno, è ad Armeno, con i due gruppi “vacanzina”: quello dei bimbi con le loro famiglie e quello dei ragazzi.
I soggiorni del progetto di terapia residenziale intensiva sono organizzati da Medici in famiglia in collaborazione con A.I.Mu.Se.
Abbiamo raccolto le testimonianze di due ragazze, che hanno partecipato lo scorso anno e sono pronte a partire di nuovo verso questa bellissima avventura!

“Come quando si comincia a preparare la valigia un mese prima con la mente proiettata al viaggio.
Biglietti dei treni presi con mesi di anticipo, messaggi del tipo: “ma tu a che ora arrivi? Mi sa che prendiamo lo stesso treno!” e “chi mi accompagna in macchina?”. Fa tutto parte dell’euforia organizzativa, quella forza elettrizzante che fa tanto tanto bene.
Lo so che tutti stiamo facendo il conto alla rovescia in attesa di partire per Armeno. Chi già si conosce e chi si vedrà per la prima volta, per condividere un’esperienza divertente e anche formativa.
Armeno è un tranquillo paesino di montagna, in Piemonte, a pochi km dal lago d’Orta.
Credo che per buona parte dell’anno, gli abitanti di questo Comune convivano con un silenzio quasi surreale. Fino a quando non arriviamo noi. Fino a quando non arrivano le ragazze e i ragazzi della “vacanzina”.
E allora il silenzio è come sostituito dall’atmosfera di un gruppo di amici che si divertono, e quando ci si diverte si fa rumore. E non c’è rumore più bello.
Stai in guardia, Armeno, stiamo arrivando di nuovo con i nostri colori, le nostre risate, le nostre lanterne magiche, le nostre corse in corridoio, le chiacchiere sopra l’armadio, le bombe d’acqua e mille altre cose.
Anche quest’anno sono felice di poter partecipare alla vacanzina, io che ho già superato il mio mutismo ma che ho voglia di condividere le mie esperienze e i miei stati d’animo e sperimentare ancora quella cosa bellissima che si chiama lo stare insieme, una condizione che è già una cura, forse la cura più efficace in certi casi”.
(Romina)

“Ormai è partito il conto alla rovescia e siamo tutti in trepidante attesa di questa nuova avventura, pronti per approdare e animare questa località semi sperduta in provincia di Novara che è Armeno.
Questa è una di quelle esperienze che non si dimenticano così facilmente, se si pensa che magari fino a qualche attimo prima pensavi di essere solo, ti ritrovi con tante altre ragazze come te, un piccolo esercito di persone ms, o ex-ms, perché ci sono anche loro e ti ricordano che ce la si fa.
In sostanza la vacanzina non si può descrivere, è un viaggio, all’inizio anche verso l’ignoto perchè non sai cosa aspettarti e un po’ te la fai sotto, ma alla fine l’ansia diventa divertimento, la condivisione di silenzi e leggeri imbarazzi iniziali diventano chiacchiere fino a notte fonda, corse nei corridoi e spericolate arrampicate sugli armadi. La vacanzina è colori, è mille attività diverse dove secondo me anche gli operatori tornano un po’ adolescenti e riescono a trasmettere una super-carica positiva, e alla fine è trovare una sorta di isola che non c’è, dove con il piacere dello stare insieme si supera tutto. Quindi che dire, con il bagaglio dello scorso anno sulle spalle e un diario di bordo per quest’anno siamo pronti per partire verso nuove conquiste!!!”
(Ale)

Non ci resta che darvi appuntamento a settembre, per raccontarvi com’è andata quest’anno!

“Il silenzio e le parole” una giornata di sensibilizzazione sul mutismo selettivo tra pittura, illustrazioni, laboratori e seminario in provincia di Bergamo

Si è svolta sabato 3 giugno a Bottanuco (BG) una giornata di sensibilizzazione sul mutismo selettivo intitolata: “Il silenzio e le parole. Un viaggio nel mutismo selettivo tra scrittura ed immagini” organizzata con la collaborazione di A.I.Mu.Se e di Mamme del mondo dell’Isola, con il patrocinio del Comune.
L’incontro si è aperto al mattino con un coloratissimo laboratorio pittorico-espressivo di creatività condotto dall’artista Maite Damone, nel quale un gruppo di bambini di varie età ha lavorato ispirandosi ad alcune parole significative ed evocative (gioia, sguardo, paura, amore, coraggio…) e creato un grande cartellone multicolore a tempo di musica. I bambini hanno poi realizzato dei piccoli quadri – all’interno di cornici di varie dimensioni – con i gessi colorati.

L’incontro è continuato nel pomeriggio, nel grande Auditorium dove è stata allestita la mostra di illustrazioni di Maite, nate dal libro di Daniela Conti e Marina M “Ti hanno mangiato la lingua?”
e si è tenuto un seminario sul mutismo selettivo. Hanno partecipato Elisa Marchio, Presidente A.I.Mu.Se che ha introdotto il mutismo selettivo e presentato l’Associazione; la Dott.ssa Emanuela Iacchia, psicologa psicoterapeuta, membro del comitato scientifico A.I.Mu.Se che ha approfondito il tema di come affrontare il mutismo selettivo a scuola e a casa, focalizzando l’attenzione anche sui casi di bambini immigrati bilingue. Daniela Conti e Marina M. hanno presentato il loro libro e raccontato l’esperienza dal silenzio alle parole. Marina, undicenne ex muta selettiva, ha raccontato la sua storia e i suoi progetti.
Sandra Quiroz Oré, mediatore umanistico e presidente dell’associazione Mamme del mondo dell’Isola, ha concluso parlando del personale percorso di crescita e della vita scolastica della figlia muto selettiva.

Nella mostra di illustrazioni, sono stati esposti anche i lavori svolti dai bambini durante la mattinata.

La nota più bella della giornata? Complice l’atmosfera giocosa del pomeriggio, le ragazzine muto selettive hanno iniziato a chiacchierare tra loro tranquillamente!

Bel pomeriggio a Castrovillari

Come da programma, sabato scorso, il 10 giugno, si è svolto l’ultimo seminario in Calabria prima della pausa estiva.

Nell’accogliente scuola Mamma Chioccia, di Castrovillari, davanti ad un pubblico attento e via via sempre più consapevole, si sono avvicendante la Prof.ssa Raffaella Bosone, che ha aperto i lavori con i suoi saluti, la Prof.ssa Patrizia Pisani, educatrice della Rete A.I.Mu.Se. che ha centrato il suo intervento su B.E.S. e Didattica inclusiva, la Dr.ssa Paola Ancarani e la Dr.ssa Sonia Falcone, che come di consueto si sono integrate per spiegare ai presenti l’importanza di conoscere il Mutismo Selettivo e le buone pratiche per uscirne.

E’ stato bello constatare che ogni volta si crea come una magia condivisa, che lascia tutti quanti più umani e consapevoli di qualche ora prima.

A settembre riprenderemo, per adesso a tutti: buone ferie.

CAMPORA-CALABRIA: Come è andata

Bellissimo pomeriggio a Campora S. Giovanni, in provincia di Cosenza, presso l’Istituto Comprensivo che ha ospitato il nostro Seminario.

Circa 100 le presenze, tutti docenti e qualche genitore, interessatissimi e partecipi.

Dopo l’introduzione della Dirigente, la Professoressa Policicchio, il seminario si è svolto come di consueto, con la relazione della Dr.ssa Ancarani e poi il contributo della Dr.ssa Falcone.

La cosa bella è che ogni volta, nonostante ormai in Calabria siano stati moltissimi gli eventi realizzati, è per noi sempre molto emozionante ed arricchente farne uno nuovo. Anche stavolta è andata così.

Questo è stato il penultimo incontro prima della pausa estiva, il prossimo sarà il 10 giugno e poi a Settembre, come recita una nota canzone: ricominciamo!